REGOLAMENTO PREMIO CIAVENASCH

  • Il Premio Ciavenasch è un riconoscimento dedicato ai chiavennaschi meritevoli nei campi più disparati della vita civile, sociale, lavorativa, culturale e sportiva.
  • Il Premio, che fino alla XII edizione era annuale, oggi viene conferito ogni triennio, il 26 dicembre mediante cerimonia pubblica.
  • La scelta del premiato è di sola esclusiva valutazione del Consiglio della Pro Chiavenna, esso ha il dovere di ascoltare anche le proposte da parte dei soci nel corso del triennio.
  • Il Premio consiste in una spilla da bavero in oro raffigurante le chiavi, simbolo della città.
  • Non possono essere premiati membri del Consiglio della Pro Chiavenna, tale vincolo non sussiste per chi vi ha fatto parte nel passato, anche recente.
  • L’essere nati a Chiavenna non è una condizione vincolante, si intende chiavennasco anche colui o colei che ha un legame molto forte con la città, riconosciuto ed inconfutabile.
  • Il premiato deve aver dato lustro al nome della città di Chiavenna, soprattutto al di fuori dei confini della valle.
  • Affinché l’assegnazione sia valida, il candidato deve ricevere almeno i 2/3 dei voti del Consiglio.
  • Preferibilmente il Premio sarebbe da non conferire ‘ad Memoriam’ se non in casi particolari e riconosciuti dal Consiglio all’unanimità. Il riconoscimento ‘ad Memoriam’ è poco indicato, salvo casi eccezionali, proprio per il senso del Premio che è quello di spronare chi tanto ha dato a rinnovare il suo impegno in futuro.